Hai un problema con le Cicatrici? Usa la Crema alla Bava di Lumaca

Spread the love

Spesso la natura, nella sua immensa generosità, ci offre rimedi davvero portentosi che si trovano in sostanze del tutto insospettabili. È il caso della bava di lumaca Helix aspersa.

L’uso di questa secrezione affonda le sue radici in tempi molto lontani per tornare in auge in periodi più recenti. Già gli antichi greci la utilizzavano come rimedio per lenire infiammazioni e irritazioni cutanee. Da allora la bava di lumaca ha conosciuto un largo impiego nella medicina tradizionale, utilizzata anche per curare gastriti e ulcere e per meglio cicatrizzare le ferite.

La bava di lumaca contiene un mix veramente straordinario di elementi come:

mucopolisaccaridi: una sostanza idrofila in grado di trattenere l’acqua e creare delle molecole idratanti;

allantoina: moltiplica i cheratinociti, che contribuiscono ad una rapida eliminazione delle cellule morte e favoriscono il ricambio con la nuova pelle;

peptidi: aumentano la rigenerazione epiteliale e la purificazione cutanea dalle cellule morte;

acido glicolico: è un elemento con una doppia funzione. Per prima cosa è un esfoliante naturale quindi favorisce l’eliminazione dagli strati superficiali della pelle, in secondo luogo interviene nella produzione di collagene nei tessuti epiteliali;

collagene: è prodotto grazie all’opera catalizzante dell’acido glicolico ed è in grado di conferire elasticità, morbidezza ed idratazione alla pelle;

antibiotici naturali: la presenza di questi elementi permette di combattere alcuni batteri presenti sulla pelle e responsabili per esempio dell’acne;

vitamine (A,C,E): tutti composti in grado di migliorare la pigmentazione, l’idratazione cellulare, agire da antiossidanti e favorire la cicatrizzazione.

La bava di lumaca e dunque una sostanza che, anche se non si può definire miracolosa, è senza dubbio in grado di offrire enormi benefici alla pelle.

Prodotti come creme e sieri, oltre a dare immediati risultati a livello estetico rendendo la pelle molto più liscia, luminosa e vitale, possono essere un valido aiuto per combattere gravi inestetismi. Uno di questi sono le cicatrici.

Bava di lumaca: i tipi di cicatrici che si possono trattare

Una cicatrice può essere l’effetto di un’operazione chirurgica, di un trauma, di una malattia come la varicella o semplicemente di una grava forma di acne.

Esistono diverse tipologia di cicatrici a seconda del livello di profondità, del grado di visibilità e del colore (bianche o iperpigmentate).

L’aspetto di ogni cicatrice dipende dalla cura con cui è stata trattata dal momento della sua formazione.

La bava di lumaca può essere un ottimo rimedio per cercare di ridurre qualsiasi cicatrice, a patto che venga utilizzata tempestivamente e con grande costanza.

Vediamo nel dettaglio i tipi di cicatrici che la bava di lumaca può ridurre:

cicatrici atrofiche: sono quelle dall’aspetto avvallato a causa del poco collagene prodotto dalla pelle in fase di guarigione;

cicatrici ipertrofiche: sono l’esatto contrario di quelle atrofiche e presentano un aspetto in rilievo. In questo caso c’è stata un’eccessiva produzione di collagene durante la fase di cicatrizzazione.

cicatrici cheloidi: sono delle particolari cicatrici ipertrofiche in cui la produzione di collagene è stata talmente elevata da aver invaso anche la parte circostante di pelle sana.

cicatrici semplici: sono quelle superficiali molto lievi e di colore più chiaro rispetto alla carnagione.

Gli effetti della crema alla bava di lumaca sulle cicatrici

Il merito è soprattutto dell’acido glicolico che attraverso la sua azione esfoliante leviga progressivamente la pelle, eliminando le cellule morte e aiutando a far nascere il nuovo strato di pelle.

L’altra sostanza è l’allantoina che stimola la produzione di collagene aumentando in modo esponenziale la velocità con cui la pelle si rigenera. Dulcis in fundo la presenza di vitamine, sali minerali e antibiotici naturali, rafforzano la pelle proteggendola da attacchi batterici.

Come applicare la crema alla bava di lumaca sulle cicatrici

Nel caso di cicatrici diffuse, come per esempio quelle causate dall’acne, la crema va applicata nelle zone interessate come fosse una normale lozione idratante.

Per cicatrici invece più localizzate, come quelle derivanti da un trauma, è consigliabile applicare la crema due volte al giorno. È sufficiente poca quantità di prodotto e un bel massaggio per migliorare l’assorbimento.

Lascia Un Commento